Nati pretermine ed enterocolite necrotizzante, il ruolo dell'allattamento al seno
Dicono di noi
Medicina e Informazione

Nati pretermine ed enterocolite necrotizzante, il ruolo dell'allattamento al seno

Una malattia che colpisce il tre percento dei bambini con un peso alla nascita inferiore ai 1500 grammi. L'intervista al professor De Curtis

L’enterocolite necrotizzante è una malattia che in Italia ha un’incidenza del tre per cento fra i neonati pretermine, con un peso alla nascita inferiore a 1500 grammi, molto più bassa rispetto a quella fatta registrare in altri Paesi. Dal punto di vista della prevenzione il latte materno gioca un ruolo molto importante.

Come spiega – nel corso di un’intervista a Medicina e Informazione – il professor Mario De Curtis, Direttore dell’Unità di Neonatologia, Patologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico Umberto I: “Dal momento che questi bambini in alcuni casi nascono prima della maturazione completa dei propri organi possono sviluppare una serie di patologie. Fra quelle più gravi troviamo l’enterocolite necrotizzante, caratterizzata da un tasso importante di mortalità, mentre i soggetti che sopravvivono possono riportare delle conseguenze importanti. Le cause sono numerose, fra queste abbiamo l’alimentazione. Gran parte dei bambini che sviluppando questa malattia erano stati sottoposti a nutrizione enterale”.

 

Guarda di seguito l'Intervista al professor Mario De Curtis