Bimbo pretermine belga salvato all'Umberto I di Roma
Dicono di noi
TG3 Lazio

Bimbo pretermine belga salvato all'Umberto I di Roma

La famiglia era in vacanza a Roma, la mamma ha partorito alla 23esima settimana di gravidanza. Il bimbo pesava 710 grammi, ora sta bene e potrà tornare a casa a breve

Due ragazzi, della parte fiamminga del Belgio, sono venuti in vacanza a Roma ad Aprile. La ragazza, incinta, è stata ricoverata al Policlinico Umberto I per inizio travaglio e ha subito partorito a 23 settimane + 6 giorni, il 14 aprile, un neonato dal peso di 710 grammi. Dopo aver consultato i medici curanti in Belgio, i genitori hanno chiesto di non assistere il piccolo Mano perché nel loro paese i neonati con un’età gestazionale molto bassa alla nascita, cioè prima di 25-26 settimane, non vengono curati, ma ricevono solo cure palliative.

Dopo la nascita, il professor Mario De Curtis, direttore dellUnità di Neonatologia, Patologia e Terapia intensiva neonatale, ha fatto presente ai genitori che l'approccio italiano era differente da quello seguito in Belgio e in Olanda e che si poteva intervenire praticandoo le cure necessarie evitando naturalmente un accanimento terapeutico. Il piccolo ha sviluppato una serie di patologie molto impegnative (grave insufficienza respiratoria per malattia delle membrane ialine polmonari, pervietà del dotto arterioso di Botallo, una grave infezione prima batterica e poi virale).

Il personale dell'Unità messo in atto tutti i più avanzati interventi terapeutici disponibili, anche perché la situazione cerebrale monitorata da continui esami ecografici era nella norma. Ai genitori è stato fornito anche un continuo supporto psicologico per per aiutarli ad affronatare la difficile situazione, accentuata dalla mancanza di conoscenza dell’italiano e dal fatto che erano molto lontani da casa. Naturalmente i genitori hanno anche avuto la possibilità di entrare nel reparto e stare gran parte del tempo vicino al loro bambino. Ora il piccolo che ha tre mesi ha superato i 2000 grammi, sta bene e nei prossimi giorni ritornerà a casa in Belgio. Di seguito il servizio del Tg3 Lazio (edizione delle 19:30 del 17 luglio) dedicato alla vicenda.