Il neonato e i problemi clinici

Problemi respiratori

I neonati respirano più rapidamente degli adulti e dei bambini: la frequenza respiratoria normale di un neonato è di circa 40 atti al minuto, che possono diminuire a 20-40 al minuto durante il sonno. Anche il modo di respirare può essere differente: nel neonato è normale osservare la presenza di respiro periodico (dei respiri rapidi sono seguiti da una breve pausa meno di 10 secondi).
Alcuni segni di una patologia respiratoria possono essere:

Respiro rapido o irregolare
Crea allarme una frequenza respiratoria superiore a 60 atti al minuto. Un neonato che è surriscaldato o piange può respirare più rapidamente, ma la frequenza si deve abbassare quando la situazione si normalizza. Se il neonato continua a respirare troppo rapidamente significa che c’è un problema. Anche se il neonato ha un’apnea, cioè il respiro si ferma per più di 10 secondi, significa che c’è un problema respiratorio.

Alitamento delle pinne nasali
E’ un segno di difficoltà respiratoria che indica le difficoltà del neonato a far entrare abbastanza aria nei polmoni.

Rientramenti
Un altro segno di difficoltà a far penetrare l’aria nei polmoni è indicato dai rientramenti intercostali e al giugulo.

Gemito
Si tratta di un rumore emesso dal neonato quando ha difficoltà respiratorie: il gemito aiuta a trattenere l’aria nei polmoni.

Colorito bluastro
La cianosi è un colorito bluastro diffuso della cute e delle mucose e può essere segno di un’insufficiente ossigenazione. È frequente nei bambini con problemi cardiaci oltre che respiratori.

Tosse
Occasionalmente i neonati possono tossire o strozzarsi quando prendono il latte troppo velocemente. Più frequentemente la tosse può essere segno di una patologia respiratoria o digestiva.